Era il casino Slovenia

Si era svegliato con quel tipico senso di aver sognato qualcosa di incredibilmente realistico, qualcosa che valeva la pena andare ad analizzare da sveglio, che lo incuriosa, ma, come spesso accade in queste occasioni, non riusciva assolutamente a ricordare cosa avesse sognato la notte precedente. Si era sforzato, inizialmente, di ricordare, poi, tra una cosa e l’altra, aveva dimenticato, anche se quella sensazione di stranezza che tipicamente accompagna certi sogni lo aveva accompagnato per quasi tutto il giorno. La sera era andato a giocare a calcio, e lo sport gli aveva fatto dimenticare tutto. Era rientrato a casa dopo un paio di birre post-partita con una bella pace dei sensi, pronto per andare a coricarsi serenamente e farsi una bella dormita.

La mattina seguente, con suo grande disappunto, era successa la stessa cosa: ancora una volta non ricordava assolutamente nulla dei suoi sogni, eppure c’era qualcosa che voleva ricordare a tutti i costi. Perché non ci riusciva? Quella mattina si era sforzato a lungo di ricordare, almeno qualche particolare, qualche dettaglio significativo, ma proprio non c’era verso. La faccenda era andata avanti per un’intera settimana. Ogni mattina la stessa, noiosissima storia, lo stesso fastidio. Poi, per fortuna, era passata. All’ottavo giorno aveva sognato qualcosa di sciocco che ricordava benissimo e che non lo turbava affatto.

Qualche mese dopo era in viaggio per lavoro. Il capo lo aveva mandato a verificare lo stato degli affari al casino Slovenia. Quando aveva sentito il boss pronunciare le parole “casino Slovenia” gli si erano rizzati i peli lungo la schiena, ma non aveva capito perché. Al casino Slovenia ci era già stato varie volte in passato, era un posto come un altro, niente di strano o particolare.

Più tardi mentre guidava, però, il suo corpo aveva nuovamente reagito così: la prima volta quando aveva passato una stazione di servizio, la seconda quando aveva notato un cartellone pubblicitario che invitava la gente a tentare la sorte al casino Slovenia. Non ci aveva dato troppo peso ed era arrivato a destinazione nel tardo pomeriggio.

Aveva lasciato la sua borsa nella stanza dovrebbe avrebbe dormito quella notte e, come di consueto, era sceso per andare a giocare un po’, ma non appena era entrato nella sala dove si accomodava di solito, aveva percepito un senso di enorme disagio, qualcosa gli diceva di uscire subito da li. All’improvviso il sogno che non riusciva a ricordare, quello che lo aveva tormentato per una settimana, era chiaro nella sua mente. Ed era agghiacciante. Si voltò di scatto per uscire, ma non ne ebbe il tempo. Il casino Slovenia fu colpito da una violenta esplosione che mandò in aria tutto l’edificio e le persone che si trovavano al suo interno. Nessuno sopravvisse.

Al casino ci si diverte

E perchè no? Vivendo molto vicino al confine con la Slovenia, terra dalle mille bellezze e dove il gioco d’azzardo è ammesso, in molti mi chiedono se sono mai stata in un casino Slovenia, se mi ci sono divertita, se ci vado spesso e… perchè. Sì, di frequente mi si chiede perchè una persona dotata di senno scelga di entrare in un posto dove di certo perderà del denaro. Perchè andare al casino?

E perchè no? I casino Slovenia sono luoghi davvero molto belli, accoglienti, luminosi. Il personale è sempre bendisposto e gentile e le bevande, gli snack, i cocktails, ma anche le pietanze spesso servite nei ristoranti annessi alle sale da gioco, sono davvero ottimi. Ma… perchè andare al ristorante di un casino?

E perchè no? Si mangia davvero molto bene nei casino in Slovenia, pertanto, perchè precludersi tale opportunità? La verità è che, purtroppo, la nostra idea di casino è molto spesso quella di un luogo di perdizione, dove persone deboli si recano o perchè dipendenti dal gioco o perchè cercano di riscattare una gran somma di denaro per pagare un qualche debito. Beh, questa è un’idea piuttosto holliwoodiana ed onestamente ben lontana dalla realtà. Ai tanti casino della Slovenia ci vanno tutti i tipi di persone. Persone con la testa sulle spalle, persone che hanno semplicemente voglia di passare, una volta, una serata diversa dal solito e concedersi il brivido dell’adrenalina perchè in fondo si vive una volta sola. Persone giovani, adulte, mature, coppie, gruppi di amici, la nipote con la nonna, turisti. Qualcuno ci entra una volta sola nella vita, altri ci ritornano. Perchè precludersi a priori un’esperienza che può essere bella e memorabile?

Appunto. Non ha senso. Avendo poi la fortuna di viverci così vicino, andare al casino in Slovenia è un piacere anche facile da accontentare.

Peraltro, queste strutture spesso offrono anche la possibilità di pernottarvi in un hotel annesso che mette a disposizione dei giocatori, ma anche di avventori esterni al casino, delle ottime e confortevoli stanze. E, fiore all’occhiello, i migliori casino Slovenia spesso hanno anche un centro benessere, con piscina o sauna. In fin dei conti, dunque, si tratta di un’esperienza ben più ampia del “giocare d’azzardo”, e la si può vivere a più livelli, in base alle preferenze personali. Ci si può facilmente costruire un favoloso weekend di relax visitando un casino Slovenia e approfittando anche di vedere quello che il paese ha da offrire dal punto di vista naturalistico, storico, culturale, musicale, enogastronomico. E perchè no?…